Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.artescienza.org/home/wp-includes/post-template.php on line 310
class="post-template-default single single-post postid-804 single-format-standard wp-embed-responsive blog-single-image-left blog-single-post-has-thumbnail post-has-no-content site-wide-layout page-scheme-dark lazyload-enabled wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5 vc_responsive" dir="ltr" itemscope="itemscope" itemtype="http://schema.org/Blog" data-mobile-nav-breakpoint="1199" data-mobile-nav-style="modern" data-mobile-nav-scheme="dark" data-mobile-nav-trigger-alignment="right" data-mobile-header-scheme="gray" data-mobile-secondary-bar="false" data-mobile-logo-alignment="default">

Skip links

Ronco

Echinorhinus brucus

Nome comune: Echinorhinus brucus | Bramble shark | Requin | Ronco

Categoria: Squali
Tipologia: Tavola a colori

Descrizione

L’originale della tavola, che illustra gli Squali sono state stata realizzata su carta Fabriano A4 – 50×35 cm da 250 grammi. Sono state utilizzate tecniche di tipo misto, inchiostri acrilici, aerografo, pastello e pennello.

L’intera serie, riproducenti le diverse specie di squali , è stata realizzata per illustrare il volume divulgativo “Requins en libertè” scritto dal fotografo Gèrard Soury ed Edito dalla Casa Editrice Nathan di Parigi, nel 2001.

La riproduzione delle singole specie è stata realizzata sulla base di studi anatomici, di numerose immagini fotografiche, video e dove possibile anche di osservazione diretta degli animali nel loro ambiente naturale.

Scheda organismo

Lo Squalo Ronco vive generalmente in acque profonde tra i 350 e i 900 m, ma può risalire fino a 10 m. Si suppone che conduca una vita abbastanza pigra; alla fine della primavera e nell’estate si avvicina alla costa. La riproduzione è ovovivipara e gli embrioni (tra 15 e 25) alla nascita sono lunghi 40-50(90) cm. Non si conosce il periodo di gestazione. E’ una specie carnivora cosmopolita che si nutre di piccoli squali, granchi, pesci ossei. Si cattura occasionalmente con reti a strascico o con palangari di fondo. Nel Mediterraneo, lungo le nostre coste è statoosservato in mar Ligure e Tirreno meridionale, più raro in Adriatico

Codice: TCEC0001

Richiedi questo contenuto