Tursiops truncatus

Nome comune: Bottlenose dolphin | Grand dauphin | Tursion | Tursiope

Categoria: Cetacei
Tipologia: Disegno scientifico: schema anatomia interna

Descrizione

Gli originali delle tavole a colori, che illustrano tutte le specie di Cetacei sono state realizzate su carta Fabriano FA4 – 24×33 cm da 200 grammi/m2. Sono state utilizzate tecniche di tipo misto, inchiostri acrilici, aerografo, pastello e pennello.

L’intera serie, che riproduce le diverse specie di Cetacei, è stata realizzata per illustrare: l’Enciclopedia del mare in CD-ROM – Balene e delfini – Opera Multimedia Olivetti; A Caccia negli Oceani – Comportamento alimentare e strategie di caccia dei Cetacei, Edizioni Arnoldo Mondadori” Milano; Balene e DelfiniGuida alla biologia e al comportamento dei Cetacei, White Star Editore, Vercelli; Whales and Dolphins. Guide to the biology and biehaviour of Cetaceans, Swan Hill Press, Shrewsbury UK; Dauphins en libertè e Baleines en libertè, Nathan Edizioni, Parigi; Dauphins et baleines Encyclopédie de poche, Nathan Edizioni, Parigi; Das grosse buch der delphine, Delius Klasing Edition, Naglschmis, Stuttgart; Odontocetes, the toothed whales, CMS Techical series n.24, UNEP CMS/ ASCOBANS Secretariat, Bonn, Germany.

Le tavole sono state utilizzate per esposizioni e mostre. Tra queste l’esposizione Incroyable Cétacés al Muséum National d’Histoire Naturelle di Parigi; Acquario di Genova; Museo del Mare di Genova. In numerosi siti Web di Associazioni Ambientaliste e Accordi Internazionali per la Protezione dei Cetacei.

La riproduzione delle singole specie è stata realizzata sulla base di studi anatomici, di numerose immagini fotografiche, video e dove possibile anche di osservazione diretta degli animali nel loro ambiente naturale.

Scheda organismo

Il Tursiope è più grande della Stenella striata e del Delfino comune. Può raggiungere 3,5 m di lunghezza e pesare 300 kg. Può vivere fino a 40-50 anni. Si osservano facilmente gruppi che comprendono di solito meno di una dozzina di esemplari, ma che possono arrivare fino a 50 animali. Il suo habitat nel Santuario si situa principalmente in prossimità delle coste, in particolare vicino alle isole maggiori (Corsica e Sardegna), ma anche in corrispondenza delle coste provenzali, anche se con minore frequenza. Raramente si allontana dalla piattaforma continentale. Questa situazione geografica lo espone quindi a forti pressioni umane. Il suo regime alimentare comprende pesci, gamberetti, seppie o calamari, spesso catturati sui fondali. È un opportunista che dimostra grandi capacità di adattamento. Il Tursiope viene avvistato regolarmente in ogni periodo dell’anno.

Codice: TCTT0002

Richiedi questo contenuto